I Nostri Sponsor

Eraclea – Dolo Dolphins : 33 – 52

Eraclea & Family, Campioni Di Ospitalità

“Scopri i vantaggi”… dice un poster pubblicitario all’interno dell’impianto sportivo. Noi ringraziando diciamo “scopri i vantaggi di giocare a Eraclea dove l’accoglienza e la simpatia sono di casa e uno spuntino diventa in realtà una cena coi contro fiocchi.

ma partiamo dall’inizio.

Due minuti di gioco, intimiditi dal lussuoso palazzetto, questo è il punteggio: 03 – 03; 3 falli subiti, 1 fallo fatto; la storia è già complicata. Dopo una breve consultazione tra il pubblico di parte Dolphins abbiamo dedotto che i nostri figli tramite whats app hanno imparato una canzone di altri tempi: “per quest’anno non cambiare, stessa spiaggia stesso mare” La musica, che è la loro materia preferita non cambia mai è ormai un tormentone, partiamo sempre con le ganasce alle caviglie.

Il gioco dell’avversario per noi è nuovo, gli atleti sono relativamente alti e posizionati a zona impediscono qualsiasi tipo di entrata, i tiri da fuori non entrano e per l’occasione non abbiamo in giornata il tiratore da tre.

L’arbitro vede passi da tutte le parti e li sanziona come da regolamento. Il tabellone segna 5’50” e il punteggio è il seguente 03 – 04, bonus Eraclea, 2 falli Dolphins, a 4’53” il punteggio diventa 05–04. Tra il pubblico si rumoreggia e si cerca di incitare la squadra ma nemmeno questo smuove il ritmo.

Finisce il primo quarto: 08–10.

Ripartiamo, Francesco realizza 2 punti, l’avversario mette una bomba da tre; Andrea allunga nuovamente con un + 2 ma l’avversario non molla (14 -16). Ci sono dei cambi. Entrano Pietro V. e Davide. Pietro difende con i denti una palla a rimbalzo, Davide realizza 2 punti con uno strano tiro all’indietro dopo esser passato sotto il canestro, ma è Francesco che mette a canestro 3 tiri consecutivi, 18 -24 finisce senza altri colpi di scena il 2^ quarto.

Entrambe le squadre entrano in spogliatoio stanchi e stupiti, dopo tanta fatica, dal basso punteggio, che non racconta quanto hanno dato i giocatori in campo in questa fase della gara.

Ci aspettavamo un avversario meno agguerrito e tra un caffè e l’altro si parla di Massimo giovane atleta, immortalato in alcune foto nell’atrio; tornano alla memoria spiagge ed episodi di purtroppo molti anni fa – per noi genitori -, ma bando alle ciance e si pensa a quali contromisure lo stesso adotterà in qualità di coach avversario.

Si riparte, il distacco rimane troppo corto per poter rallentare gli intensi ritmi, Davide e Nicolò recuperano due palloni importanti e Omar realizza altri 4 punti. Il punteggio per quasi un minuto e mezzo resta fermo sul 18–28. Improvvisamente però Eraclea reagisce all’attacco subito e con un parziale di 6–0 si riporta in gioco (24-28). Il pubblico tutto si scalda, entrambi i gruppi esultano per la proprie azioni. Finalmente Omar e Nicolò rompono gli indugi e Francesco segue a ruota creando un divario che diverrà incolmabile.

Nel frattempo escono Pietro V. prima e Pietro S. poi che riportano contusioni al ginocchio e al piede. Per la cronaca recupereranno in breve, rientra Davide realizza un canestro, recupera altre due palle in difesa subisce un brutto colpo ad un occhio a rimbalzo non da un avversario ma da un compagno che salta anche lui. La zona avversaria non tiene più, Francesco e Nicolò tirano da fuori, i palloni vanno dentro in sequenza 31–46. La squadra non molla e ha ancora tanto fiato, c’è diversa gente in campo carica di falli ma tutti continuano a giocare con intensità da una parte e dall’altra. Siamo agli sgoccioli, il coach cambia gli uomini in campo, accanto ad Andrea entrano Nahom, Luca, Jacopo, Marco i quali non si lasciano intimidire dall’avversario. Marco, incoraggiato dai tentativi già fatti durante l’amichevole del giorno precedente tenta un tiro da tre che colpisce solo il ferro, Jacopo scarta la difesa e realizza due punti in entrata.

La partita è finita, 33–52 punteggio sicuramente basso, ma gioco sicuramente intenso, gli atleti e il pubblico hanno consumato un sacco di energie, ed ecco che i padroni di casa ci preparano una spettacolare sorpresa. All’ingresso del palazzetto hanno allestito un banchetto degno di un terzo tempo di rugby. Organizzati a mille ci chiedono di condividere questa festa con loro. Purtroppo alcuni di noi a malincuore (anche la sottoscritta) ha dovuto rinunciare per altri impegni ma i racconti e le foto di chi è rimasto circolano ancora tra di noi.

Siamo stati bene, i ragazzi sono stati beni, il cibo buono, il vino di ottima qualità, ma la piacevole compagnia è stata la portata principale di questo evento.

E’ bello uscire da una palestra vincitori e vinti contenti di aver condiviso le stesse emozioni prendendo atto che lo sport divide in campo, ma unisce nelle chiacchiere una volta che l’arbitro e la sirena decretano la fine della gara.

Grazie Eraclea.

Parziali

  1.  8 – 10
  2. 18 – 24
  3. 24 – 31
  4. 33 – 52

Realizzatori

  • Scaggiante G.
  • Scattolin P.   9
  • Quaggio A.     2
  • Vescovo P.     2
  • Leo N.         8
  • Gobbi J.       2
  • Pandolfo L.
  • Girmay N.
  • Don F.        17
  • Baldan M
  • Milan D.       2
  • Sabbadin O.   10

All. Massimo Rossi