I Nostri Sponsor

Virtus Venezia – Dolphins Dolo 61-74

I Delfini espugnano l’Arsenale dopo una partita molto combattuta

Dolphins Dolo: Monetti, Pugnali, Don J. 9, Cognolato 11, Melato, Pavan 18, Berto, Tanduo 12, Danesin, Nista 17, Zanta 5, Baretta 2

Allenatore: Rosso

Note: Parziali dei quarti: (13-19; 32-30; 39-44)

VENEZIA. E’ sempre emozionante entrare al palasport dell’Arsenale a Venezia, quanti “eventi speciali” in questo luogo, i 70 punti di Praia Dalipagic contro la Virtus Bologna, i derby contro Mestre, i mondiali di pallavolo e tanti altri. Venezia in questo periodo è stupenda, poca gente, clima accettabile, il percorso da Piazzale Roma all’Arsenale è volato via velocemente, ma siamo già alle 21.15 ora d’inizio.

Sappiamo che sarà una partita difficile, loro sono un’ottima squadra, concreta ed esperta. Affrontiamo il primo quarto con molta carica e riusciamo subito a fare un piccolo break, chiudiamo il parziale sul +6.

Secondo quarto e la Virtus Venezia comincia a fare sul serio, in pochissimo tempo riagguanta il pareggio e poi allunga, grazie ad una difesa più attenta e ripartenze rapide. Si va al riposo lungo con i padroni di casa in vantaggio di 2 punti.

Al rientro dagli spogliatoi c’è la convinzione di poter far bene e i ragazzi mettono in campo l’intensità giusta per riprendere le redini dell’incontro e chiudere il 3° quarto di gioco sul +5.

L’ultimo parziale vede i continui tentativi della Virtus Venezia di ritornare in partita, ma i nosttri ragazzi sono determinati a portare a casa la vittoria.

Nell’ultimo quarto piazziamo 4 triple che taglierebbero le gamba a chiunque, ma non alla Virtus Venezia che “reagisce” con veemenza e resta sempre attaccata nel punteggio.

A poco meno di 2 minuti dal termine ci ritroviamo da +8 a +3, e poi, complice forse la stanchezza, la Virtus Venezia commette qualche fallo che ci porta costantemente in lunetta fino ad arrivare al + 10. L’ultimo canestro da 3 punti, realizzato con le squadre ormai ferme in campo, che attendevano il suono della sirena, ci rende obbligati a delle pubbliche scuse, naturalmente già fatte al momento e al termine dell’incontro.

La partita è stata in bilico fino a pochi secondi dal termine, regalando al pubblico molti sprazzi di bel gioco da entrambi le parti.

Prossima partita giovedì 25 gennaio a Quarto D’Altino contro la formazione dell’Annia