I Nostri Sponsor

Dolo Dolphins – Virtus Venezia : 98 – 31

Dolphins vincenti… aspettando il domani.

chissà, chissà, domani, su che cosa metteremo le mani, se si potranno contare ancora le onde del mare o alzare la testa, non essere così seri, rimani”… sì in trepida attesa di conoscere quali saranno le avversarie della nostra meravigliosa squadra, nella fase successiva della stagione, essendosi oggi conclusa la fase “italiana a/r” che ci ha visto concludere brillantemente al primo posto, in comproprietà con il Salzano, il quale sicuramente ad inizio di stagione pensava di godersi in “piena proprietà” il prestigioso “immobile”, ma che noi abbiamo acquisito “con regolare atto notarile”, certificato da una condotta di campionato che ci permette di rivendicarne non solo il 50% a titolo di possesso, ma anche una bella quota a titolo di usufrutto (la tasi la facciamo pagare al Mirano).

Parlavamo sopra di attesa, perché fino a poco tempo fa, eravamo perfettamente aggiornati sui risultati e classifiche dell’altro girone “veneziano”, il B, ma da un po’ di tempo è misteriosamente scomparso, dal sito della “fip”, tutto quello che riguarda la nostra provincia. speriamo che al più presto sia ripristinato il tutto, come succede con la ricomparsa dei lavavetri e dei buchi nelle strade, 30 minuti dopo la chiusura dei seggi elettorali.

Passando al concreto, oggi giochiamo la settima giornata di ritorno ed ospitiamo i ragazzi della Virtus Venezia, venuti a riscaldarsi in Riviera, essendo abituati a giocare all’Arsenale, luogo misterioso, dove si potrebbe fare pattinaggio sul ghiaccio a ferragosto, tale è la rigidità del clima all’interno della struttura.

Massimo cala in partenza il “poker d’assi” irrobustito da Pietro Vescovo, denotando una linearità di condotta che ne impreziosisce il metodo, probabilmente volto a dare un assetto costante alla squadra e che a ben vedere, gli da perfettamente ragione, essendo confortanti i risultati ottenuti; il quintetto risponde perfettamente alla sollecitazione del coach e parte a tutta birra, realizzando tanti e ripetuti canestri, facendo così capire di avere raggiunto la piena maturità tecnica, la quale si evidenzia specialmente nelle partite sulla carta apparentemente facili, dove a volte l’inferiorità palese degli avversari, ti porta ad un naturale calo di intensità: noi tale calo non l’abbiamo mai palesato, anche quando sono stati inseriti i ragazzi che hanno meno minutaggio nel corso della stagione e che se chiaramente non sono in grado di assicurarci una continuità realizzativa apprezzabile, anche oggi ci hanno confortato, con una prestazione generosa e coriacea, facendo capire che Massimo ha svolto un ottimo lavoro, creando un gruppo di ragazzi molto uniti ed intenti ad ottenere un obbiettivo comune: la vittoria della squadra!

Avendo denotato un aumento della volumetria circolare di alcuni fisici, i nostri ragazzi hanno deciso, per il bene della comunità, di non raggiungere il fatidico obbiettivo dei 100 punti, onde evitare il goliardico rito delle paste del martedì: stranamente tutti i genitori erano d’accordo con i loro figli, non sappiamo se per amore “salutistico” o di “portafoglio” ma essendo assente Riccardo, propendiamo per la prima ipotesi; solo Davide sul punteggio di 98, essendo a dieta da fine 2013, ha cercato di infrangere il patto stabilito, sognando una meravigliosa “taffiata” alle spalle di papà Mauro, ma il bellissimo contropiede che lo stava portando alla agognata realizzazione, non si è trasformato nel risultato sperato (dietro le quinte la Francesca aveva le corna scaramanticamente rivolte verso il basso, chissà perché!).

Grazie Massimo, grazie Pietro Scattolin, Francesco Don, Nicolò Leo, Omar Sabbadin, Pietro Vescovo, Andrea Quaggio, Yari Zabotto, Davide Milan, Giovanni Scaggiante, Nahom Girmay, Jacopo Gobbi, Marco Baldan, Luca Pandolfo, Riccardo Minghetti; quello che ci state regalando in questa stagione è un tourbillon di emozioni che ci rifà vivere i momenti più rigogliosi della nostra vita; speriamo che “il sogno continui!”.

E ora ci prepariamo ad affrontare l’ultima fase della stagione, speriamo ancora da protagonisti, ma siamo sicuri di essere in “buone mani”, per cui possiamo dormire sonni tranquilli e rivolgerci ai nostri “campioni” con: “lento, lento, adesso parti più lento, ciao come stai, il tuo cuore lo sento, i tuoi occhi così belli non li ho visti mai, ma adesso non voltarti, voglio ancora guardarti non girare la testa, dove sono le tue mani….aspettiamo che ritorni la luce, di sentire una voce, aspettiamo senza avere paura…..domani!.

Parziali

  1. 34 – 5
  2. 55 – 11
  3. 76 – 27
  4. 98 – 31

Marcatori

  • Baldan Marco
  • Don Francesco 16
  • Girmay Nahom 2
  • Gobbi Jacopo 4
  • Leo Nicolò 21
  • Milan Davide 7
  • Quaggio Andrea 6
  • Sabbadin Omar 17
  • Scaggiante Giovanni 2
  • Scattolin Pietro 19
  • Vescovo Pietro 4
  • Zabotto Yari

Allenatore: Rossi Massimo

Roberto Minghetti