I Nostri Sponsor

Dolo Dolphins – Giants Marghera : 24-56

Che Batosta!

Domenica 15 marzo 2015 e l’inizio della seconda fase del campionato Esordienti, in cui i Dolphins si sono qualificati per il Girone Gold, propone la sfida contro una delle migliori squadre dell’intera provincia.

Si parte malissimo, con due passaggi sbagliati di seguito e i Giants vanno sullo  0-3, poi ANDREA va in percussione, subendo fallo e realizzando un tiro libero. I Dolphins appaiono spenti e poco determinati e coach Mauro chiama time-out sull’1-7, per tentare di dare la sveglia. Ancora il solito grintoso ANDREA va a segno per il 3-8, poi, però i Dolphins continuano a subire le folate offensive dell’avversario, mentre in attacco appaiono piuttosto inconsistenti. Il periodo finisce 3-13 e solo l’imprecisione al tiro non consente ai Giants di dilagare.

Il secondo periodo, inizia allo stesso malissimo modo. Si assiste ad una difesa colabrodo e ad un attacco inconsistente dei Dolphins, che vanno a segno solo con FRANCESCO (1/2 ai tiri liberi dopo una buona penetrazione), mentre i Giants volano sul 4-26. Ancora FRANCESCO tenta di tenere testa all’avversario, andando a bersaglio per due volte consecutive dalla lunghissima distanza e realizzando un tiro libero su due. Finale di tempo 9-28.

Riprende la partita e i Dolphins, dopo aver subito un canestro iniziale, mostrano qualche cenno di risveglio e la voglia di lottare. ANDREA segna dopo una bella finta di tiro ed un’entrata efficace; Denis dopo una bella azione personale subisce il fallo e segna 1/2 dalla lunetta: 12-31. Subito dopo, bella azione d’attacco ANDREA smista la palla a QUAGGIO ETIENNE, che serve un ottimo assist per FRANCESCO, il quale va a bersaglio. Lo stesso FRANCESCO, ruba palla in difesa, vola in contropiede, segna nonostante il fallo subito e realizza anche il tiro libero supplementare, per il 17-31. ANDREA ribatte al canestro dell’avversario con una delle sue percussioni magistrali, per il 19-33. . Dopo aver subito altri tre punti, FRANCESCO, oggi molto ispirato nel tiro da fuori, realizza il 21-33. I Giants, però continuano la loro marcia inarrestabile e si portano sul 21-39, prima che ANDREA segni un canestro dopo aver rubato palla a metà campo. Il terzo parziale, più confortante dei precedenti, si chiude sul punteggio di 23-39.

Si spera che nell’ultimo periodo, l’andamento della partita ricalchi quantomeno quello del terzo. Purtroppo, però, si assiste ad una vera e propria “debacle” dei Dolphins, capaci di realizzare un solo punto su tiro libero con TOMMASO e subire la bellezza di 17 punti. Pertanto, di questo ultimo periodo, allo scrivente non resta altro da raccontare se non che il punteggio finale è di 24-56. Una vera e propria batosta.

Unica nota positiva di tutta la partita è stata la classica foto della squadra in salto, realizzata dal solito encomiabile REFERENTE.

Per il resto, la superiorità tecnica e fisica mostrata dai Giants è stata schiacciante e insuperabile, tuttavia, qualcosa di più i nostri ragazzi dovevano e potevano fare. Come in più occasioni abbiamo elogiato ed esaltato il carattere e la capacità di reazione dei nostri Delfini, allo stesso modo oggi dobbiamo sottolineare la mancanza di determinazione, di grinta e di intensità agonistica in tutta la squadra (ad eccezione di qualche elemento). Da ragazzo, lessi un articolo di giornale che parlava di un’impresa sportiva compiuta da un atleta che non aveva grandi doti fisiche, il titolo mi colpì molto: “Dove non arrivano le gambe arriva il cuore”…e oggi è mancato il cuore per rendere la sconfitta meno amara, per ottenere almeno la soddisfazione di aver messo in difficoltà gli avversari. Fatte queste considerazioni, ora è tempo di archiviare questa bruttissima sconfitta e pensare ad un pronto riscatto, non nel risultato ovviamente, ma nell’impegno e nel gioco.

Nicola Fusco