I Nostri Sponsor

Basket Noale – Dolo Dolphins : 44 – 40

I Dolphins al Palio degli errori di Noale

Domenica 25 Gennaio 2015, freschi della larga vittoria colta sulle rive del Piave, i nostri Delfini si presentano sotto la Torre dei Tempesta, con la voglia di vendicare (sportivamente parlando, s’intende) la sconfitta per un soli 3 punti, subita in casa dal Basket Noale nel campionato Under 13.

L’inizio è fin troppo sonnolento per i nostri colori, al contrario degli avversari, che si portano sul 6-0, prima che FRANCESCO realizzi i primi due punti, penetrando senza paura nella difesa avversaria. Dopo 4’ di gioco abbiamo segnato un solo canestro, subendone quattro e il gioco espresso non fa presagire nulla di buono. Per fortuna, ci pensano TOMMY con 4 punti preziosi e FRANCESCO, con una bella incursione in area, a tenere a galla i Dolphins, che chiudono il primo parziale sul punteggio di 14-8 per il Noale.

Nulla è ancora compromesso, nonostante una caterva di palle perse e facili tiri da sotto canestro falliti inspiegabilmente.

Il secondo quarto si apre in maniera promettente per i Dolphins: due punti molto belli di ANDREA in penetrazione, poi SAM risponde all’avversario e si va sul 16-12. In seguito però, a causa anche di due errori consecutivi da sotto canestro, l’avversario ne approfitta e allunga, prima con due punti e poi trovando un micidiale tiro da tre punti: 21-12! I Dolphins trovano notevoli difficoltà nell’attaccare la difesa a zona dell’avversario, che li costringe a delle scelte sbagliate al tiro, ma le volte che riescono a bucare la difesa, vanificano tutto con i soliti clamorosi errori da sotto canestro: quattro consecutivi. Nonostante tutto ciò, grazie ai soliti ANDREA, DENIS e soprattutto LUCA Z., i Dolphins chiudono il secondo parziale ancora in scia dell’avversario: 22-26.

Si parte con i primi due punti dell’avversario, poi solita bella penetrazione di FRANCESCO per il 28-24, e LUCA Z. risponde all’avversario, 30-26. Disattenzione difensiva del Noale e FRANCESCO, su rimessa dal fondo, viene servito tutto solo sotto canestro per il 31-28. A questo punto, assistiamo ad una serie di errori al tiro da ambo le parti e ad una girandola di infrazioni di passi, prima che LUCA Z. chiuda il punteggio di una brutta terza frazione sul 35-30.

Si parte con la quarta frazione di gioco, quando niente è ancora compromesso. TOMMY centra un bel tiro da due punti, FRANCESCO e GIULIO realizzano un tiro libero a testa e SAM insacca splendidamente dalla media distanza, così si va sul 37-36: è la fase decisiva del match, in cui i nostri Delfini stanno producendo il massimo sforzo per agguantare l’avversario e i tifosi al seguito si rianimano, sperando di vedere il medesimo finale della bella vittoria sulla Virtus Lido. Tuttavia le speranze vengono spente in breve tempo; in attacco poche idee e scelte sbagliate contro l’ostica difesa a zona, fanno si che l’avversario allunghi definitivamente sul 44-38, prima che il solito LUCA Z. metta a segno due tiri liberi, per il 44-40 finale.

Resta il rammarico per la sconfitta subita al cospetto di un avversario senz’altro alla nostra portata, ma al quale, in ogni caso, va il nostro applauso per la vittoria meritata, in quanto ha dimostrato sul campo di essere stato migliore. Ai Dolphins non sono mancate grinta e determinazione, ma contro la difesa a zona, sono state amplificate le solite lacune offensive, fatte di azioni troppo individuali, poca circolazione di palla e scelte sbagliate al tiro, spesso frettoloso e forzato; a questo si aggiunga che le nostre migliori bocche da fuoco, oggi, avevano le polveri bagnate.

Questo succede a tutti e a tutti i livelli, l’importante è capire quali sono gli errori commessi per cercare di eliminarli. Per fare questo, però i nostri ragazzi devono imparare a non dare la colpa a fattori esterni o alla sfortuna.

A tal proposito, mi piace riportare le parole di un buon giocatore di basket: “Fin da ragazzino ho imparato una cosa fondamentale dello sport e cioè che il campo non mente mai e la sua legge è la sola che conti davvero. Allenati bene e il campo ti darà ragione. Il resto sono chiacchiere”(M. BONI).

Nicola Fusco